Petrolio: perché non è tutto oro (nero) quello che luccica  -

Economia e finanza spesso vanno su piani separati, ma non hanno ancora divorziato...

 -

18 gennaio 2016 - Una riflessione sulle vicende finanziarie di questi giorni, che vedono, nel petrolio, un "protagonista" poco brillante. Il suo valore è abbondantemente sceso sotto i 30 dollari al barile (si pensi che nel mese di giugno del 2014, solo un anno e mezzo fa, il prezzo del brent al barile faceva l'occhiolino ai 120 dollari). Questo dato, che l'"uomo della strada" potrebbe considerare positivamente (in quanto fattore di riduzione dei costi a favore di trasporti e industria), porta con sè - per così dire - altri risvolti che possono sfuggire proprio a chi, nella vita, non si occupa di economia o di finanza.


La prima: il petrolio costa poco innanzitutto perché, al momento, c'è una produzione, in assoluto, elevata: è di queste ore la notizia secondo cui, con il venir meno delle sanzioni internazionali, l'Iran riprende a pieno ritmo l'esportazione dell'oro nero. A questo dato va affiancato un secondo parametro, vale a dire la minore richiesta di petrolio da parte dell'industria e dei trasporti. Questo dato, più di altre analisi, testimonia la crisi globale (mediamente parlando) dell'economia reale. In quest'ottica, ciò rappresenta un elemento che deprime il "sentiment" degli investitori: ecco, quindi, una delle ragioni alla base della marcata volatilità delle borse valori di tutto il mondo, cui stiamo assistendo in questi giorni.

Un'altra interessante chiave di lettura del basso valore del petrolio è nascosta fra le pieghe di una guerra finanziaria tra il Medio Oriente e un produttore diventato tra i più grandi negli ultimi anni, gli Stati Uniti. In realtà, la maggiore capacità degli USA di estrarre greggio dal sottosuolo (rispetto al passato) nascerebbe da nuove, sofisticate tecniche capaci di isolare il petrolio "intrappolato" in argille o, comunque, in forma non pura. Queste tecniche hanno costi più elevati, così parrebbe che i bassi prezzi sui mercati penalizzino maggiormente proprio le imprese americane: secondo molti osservatori, i produttori mediorientali manterrebbero alto il quantitativo di greggio sul mercato (quindi bassi i prezzi) per mettere in crisi il sistema commerciale di uno dei principali competitori.


Una volta tanto, quindi, si evidenzia un fenomeno che ci dice come la finanza, nonostante tutto, non possa mai essere considerata completamente scollegata dall'economia reale.

Alla prossima

 -

Condividi questo articolo


Vuoi fissare un incontro? Chiedi informazioni a
Ettore Lachina - Consulente Finanziario.
Compila il seguente form:

* inserisci un indirizzo valido

ho preso visione dell'informativa sulla privacy ed esprimo il consenso al trattamento dei dati personali in conformità all'art. 13 del D. Lgs. 196/2003. *
si, voglio ricevere informazioni periodiche tramite newsletter

Per inoltrare la richiesta è necessario inserire il codice di verifica riportato nell'immagine sottostante:
Code Image - Please contact webmaster if you have problems seeing this image code
Refresh Ricarica Immagine

per attivare il tasto è necessario selezionare il checkbox relativo all'informativa sulla privacy

Cell. 335 8137760

Consulenza Finanziaria Evoluta

Tu sei qui: Home > News > Petrolio: perché non è tutto oro (nero) quello che luccica 

Ettore Lachina - Consulenza Finanziaria Evoluta Caltanissetta
Via Don Minzoni n. 231/A - 93100 Caltanissetta (CL - Sicilia)
Tel. 0934.551122 - Cell. 335.8137760
P. IVA 01889730857 - REA: 106095 - Contatti

© Tutti i diritti riservati - Le informazioni riportate sono curate e raccolte direttamente da Ettore Lachina. Non costituiscono né una richiesta, né un'offerta o raccomandazione all'acquisto / alla vendita di strumenti finanziari, all'esecuzione di determinate transazioni o alla conclusione di un'altra operazione di investimento. Queste informazioni hanno carattere unicamente illustrativo.

Banca Fideuram // Consulenza finanziaria Il profilo Facebook di Ettore Lachina, consulente del risparmio in Sicilia Il canale YouTube di Ettore Lachina, consulente del risparmio in Sicilia